mercoledì 21 giugno 2017

Sarà il caldo...

...quando per la seconda volta nel giro di un'ora arriva il corriere in un caldo pomeriggio di giugno e tu dici "non ho ordinato nulla"...lui, un gentile signore indiano, dice "sarà il caldo, per quello non se lo ricorda, guardi il mittente". Leggo il mittente ma a me non dice proprio nulla...poi tra parentesi sotto vedo scritto (Betta Scrap) allora dico "è un regalo". Il corriere mi sorride.

L'iniziativa di Betta "Un regalo al mese" a chi commenta nel suo blog.
Io commento perchè mi fa piacere e per essere cortese con chi crea e pubblica sul proprio blog, non per ricevere un regalo, ma questa volta ho vinto pure io. 
Betta fa delle cose bellissime con le sue mani, specie gli oggetti di carta che ammiro sempre volentieri: scatole, scatolette a sorpresa, album e ....
Mi ha inviato questo mini album per inserire le foto dove mio marito ha detto "opera d'arte da non toccare".

Inaspettatamente ho ricevuto anche ritagli di tappezzeria ed una bottiglia di bottoni.

Grazie Betta per tutti i tuoi doni ed anche per questa bella iniziativa.
Tutte noi creative ci mettiamo il cuore, ogni nostro dono è sempre diverso da un altro perchè il fatto è mano è veramente unico, simile come modello si, ma non uguale.

venerdì 16 giugno 2017

Sant'Antonio e la mia città

Penso che il proprio luogo di nascita si apprezza di più quando non ci vivi più, proprio come me.
Da quando abito in un paese in provincia di Verona e le persone scoprono che sono originaria di Padova, subito esclamano "Sant'Antonio". 
Sono arrivata la settimana scorsa per fermarmi per alcuni giorni presso la mia famiglia e così dopo anni, essere presente, anche alle celebrazioni per la festa del Santo (noi padovani lo chiamiamo solo così).


La festa vera e propria inizia la sera del 12 giugno con la Rievocazione storica del Transito di Sant'Antonio.
I personaggi sono vestiti in costume d'epoca e la statua del Santo morente è trainata da due buoi dove termina il percorso al Santuario dell'Arcella (all'epoca convento di Maria Mater Domini dove morì Sant'Antonio il 13 giugno).
Alle 21.30 tutte le campane della città suonano a festa dando così inizio ufficialmente alle celebrazioni per la Solennità del giorno dopo.

Il 13 giugno quest'anno è arrivato con una giornata molto calda e afosa e fin dall'alba c'era già la coda per entrare alla Basilica del Santo, vicino al Prato della Valle, e poter seguire una delle celebrazioni.






Tra vicoli e strade ci sono stendardi sui balconi, per accogliere ed attendere le migliaia di persone che sono arrivate per celebrare questo Santo, conosciuto in tutto il mondo. Per molti assistere e partecipare alla processione della sera che si snoda per alcune vie del centro di Padova.


Io sono stata ad una S. Messa la mattina, la processione del pomeriggio l'ho seguita comodamente da casa, davanti alla televisione, con i miei genitori; ricordandosi di 10 anni prima che per un violento temporale, fu interrotto il corteo e loro cercarono riparo dentro il portone di un palazzo, anche se la città ha i suoi portici, da quanta acqua veniva dal cielo!






lunedì 22 maggio 2017

Fragole e torta al cioccolato

Stagione giusta per le fragole sia per quelle che si acquistano che finalmente sono profumate, sia quelle che la Provvidenza ogni tanto regala.
Ingredienti: 
- 80 gr di burro 
- 100 gr di cioccolato 
- 100 zucchero
- succo di limone
- 2 uova
- 110 farina
- 1 pizzico di sale
- 1 cucchiaino di lievito
- 50 gr di fragole 

Sciogliere il burro con il cioccolato a bagnomaria.
In un recipiente sbattere lo zucchero con le uova, aggiungere il sale, la farina setacciata con il lievito, il succo di un poco di limone.
Lavate le fragole con il picciolo, asciugatele con carta da cucina, tagliatele a pezzettini e mettetele nell'impasto.
Mettete in forno a 180 gradi per 25 minuti (come sempre vale la prova stecchino ed il forno che usate). 
Io molte volte durante la cottura abbasso i gradi perchè non bruci. (Ancora non riesco a capire se ho un forno ventilato, nel libretto istruzioni non è scritto nulla)!!!
Sul web girano tantissime torte alle fragole, con svariate varianti ed ingredienti. In questo periodo ne ho già fatte alcune, poi ognuno sperimenta le proprie.

N.B.: Ho un problema nell'editare le foto in questi giorni, il programma che uso di solito risulta in manutenzione!


lunedì 8 maggio 2017

Borsa di Jeans per le mamme!

Una borsa di jeans per ogni occasione, commissionatami da mia sorella. 
Da utilizzare per lo più in estate, io quest'anno mi sono presa in anticipo e a febbraio era già pronta!!!
Rigorosamente con la cerniera, per usarla in bicicletta e contenere la bottiglia d'acqua leggermente più grande di quella da mezzo litro e l'ombrello pieghevole.


Fondo rinforzato con un cartone ed inserito in un rettangolo di stoffa estraibile così da poterlo lavare.


Manici recuperati da una cintura di lana tagliata in due strisce, riciclata anche la cerniera rosa antico.

Super leggera, capiente e resistente allo stesso tempo, perchè mia sorella la usa già da parecchio tempo.
Tutto contento anche il nipotino Damiano, perchè una volta che sono andata a trovarlo mi dice: "quella è la borsa che si porta al lavoro la mamma" certo la conosco, l'ho cucita io!

Utile anche come DONO per la festa della mamma che dite?

sabato 29 aprile 2017

La Stella che brilla nel cielo

           (So bene che la foto rappresenta il sole, ma non ho foto di stelle).

La mia passione e conseguente apertura di questo blog è nata nell’estate del 2011, forse per scrivere ciò che avevo nel cuore in quel periodo, di un amato zio sacerdote residente negli USA in cui era agli ultimi stadi di vita.
In estate mi sono portata in vacanza un poco di stoffe e nei giorni di pioggia in cui in montagna è impossibile uscire, ho iniziato a tagliare qualcosa e cucire a mano un astuccio.
Ritornata a casa, in settembre 2011 è arrivato lo zio sacerdote ed è stato l’ultimo mese in cui l’ho visto in vita.
Gli avevo cucito un semplice portachiavi ed invece di mettere al centro un cuore, perché mi vergognavo, essendo lui un sacerdote, anche se era mio zio, ho cucito una stella. Ora penso sempre che è la stella che brilla in cielo, per ricordarmi che lui mi è sempre vicino.
Perché parlo tanto di questo zio sacerdote, fratello di mio papà.
Perché è stata l’unica persona, (lui che quando mi è venuto a trovare per vedere la mia casa, il primo maggio del 2008, nel paese dove mi sono trasferita dopo essermi sposata, circa 100 Km dalla mia città) ad incoraggiarmi e dirmi “Marta hai fatto bene a venire a vivere qua, a staccare i legami con la famiglia”. Lo diceva uno che ha scelto la sua missione di sacerdote a migliaia di chilometri di distanza dall’Italia.
Ho iniziato così la mia avventura, reduce da due corsi di taglio e cucito e avendo visto in internet dei bei blog che descrivevano tante cose belle da provare e mettere in pratica.

(Ho scritto tutto questo perchè sto iniziando ora la #lunadimielebiz suggerita un'anno fa da Gioia Gottini, come re-innamorarti del tuo biz).

N.B: Se vuoi leggere, qualcosa di più della vita di mio zio guarda sotto l'etichetta "Los Angeles".

domenica 16 aprile 2017

Buona Pasqua

LA RISURREZIONE fu come un'esplosione di LUCE un'esplosione dell'AMORE (Benedetto XVI)

sabato 11 marzo 2017

...aprite le finestre al primo sole...

Aprite le finestre al primo sole e stendete i panni al vento in terrazza.
Quale occasione migliore per inaugurare i portamollette.
Tutti ordinati gentilmente da mia sorella, con tre bimbi di stendini ne ha qualcuno in più. 
Questo riciclato, con la stoffa del paracolpi del lettino di mio nipotino più piccolo, il cotone in alcune parti era lacerato e ben usurato, quindi non più utilizzabile, mia sorella mi ha regalato il tessuto dicendomi "a te può sempre servire".

Stoffa jeans nuova con inserto di piccoli vestitini cuciti con il punto zig-zag stretto, quando inizierete ad usare questo punto vi piacerà un sacco (almeno a me).


Stoffa cotone a quadri nuova.
Viva la Primavera in arrivo con il sole, l'aria ed il vento pazzerello di marzo.

Fonte del portamollette: portamollette con inserti

martedì 28 febbraio 2017

Sbriciolata salata

Sbriciolata di patate, salsiccia e scamorza: questa la mia variante. 
Ognuno di noi la sperimenta in maniera unica e con ingredienti diversi.
 Ingredienti:
- 600 gr di patate circa
- 1 uovo
- 170-180 gr di farina
- 40 gr di formaggio grattugiato
  sale q.b.
Ripieno
- 2 salsicce 
- 200 gr di scamorza
- scalogno

Ho lessato le patate in pentola a pressione. Nel frattempo ho tagliato 1/3 di scalogno in fettine piccole e sottili, messe a soffriggere in una padella con olio evo. Aggiunto, togliendo prima la pelle, le due salsicce tagliate a pezzettini.
Nel frattempo cotte le patate le ho sbriciolate con lo schiacciapatate dentro una ciotola capiente.
Aggiunto il sale, 1 uovo e mescolato bene. Aggiunto 3/4 del formaggio grattuggiato e la farina.
Ho preso una tortiera apribile, carta da forno e nel fondo ricoperto con l'impasto di patate, compattandolo con le mani. Sulla base ho versato il ripieno di scalogno e salsiccia; aggiunta la scamorza tagliata a pezzetti. 
Ricoperto con l'impasto avanzato mettendolo a riccioli e al di sopra di tutto il formaggio grattuggiato avanzato. 

Io l'ho cotta nel forno a legna.
Voi cuocetela nel forno classico a 200 gradi per 35 minuti.

Ottima la domenica sera al posto della pizza, molto sostanziosa, quindi avanzata anche per il giorno successivo!

Ricetta originale: Sbriciolata di patate

















mercoledì 8 febbraio 2017

Astuccio di cuore

S'avvicina la festa di San Valentino...e pensando a chi vuole festeggiare (sicuramente non io), ho confezionato un astuccio per il compleanno di una mia nipotina che il mese scorso ha compiuto 9 anni.
Le piace tanto il rosa e allora vai con un cuore morbidoso.
Un astuccio per una bimba o un beauty per una donna...ma sempre di cuore rimane.









sabato 28 gennaio 2017

Una fetta di dolce o una tazza di the?

Gradite una tazza di the in questi giorni gelati d'inverno con una sottotazza cucita morbidamente
oppure una fetta di dolce sfornata dal forno a legna? A voi la scelta.

Ingredienti:
100 gr burro (oppure olio di oliva)
100 gr zucchero
3 uova
1 cucchiaino di miele
250 gr di farina
1 bustina di lievito
50 ml di latte (in alternativa succo di frutta)
50 ml di caffè
20 amaretti

Lavorate a crema il burro ammorbidito con lo zucchero ed il miele. Unite le uova continuando a montare, aggiungere la farina setacciata con il lievito più il latte. L'impasto deve risultare liscio ed omogeneo.
Versare metà del composto sulla teglia. Imbevete gli amaretti nel caffè e posizionateli su tutta la superficie dell'impasto. Aggiungete il rimanente composto e infornate a 180° per 35 minuti nel forno tradizionale.
Pronta la torta amaretti e caffè.


lunedì 9 gennaio 2017

...vigilia dell'Epifania...

Una calza cucita all'ultimo minuto la vigilia dell'Epifania. 
Un calzetto grigio, non più utilizzabile, perchè spaiato ma, in perfette condizioni.
Si aggiunge qualche ritaglio di stoffa colorata al bordo, più un gancio per appendere e l'iniziale del nome della persona. Tutto cucito a mano.

Insieme ad un sacchetto con coulisse semplice da cucire per inserirvi all'interno tante piccole "dolcezze" per chi non ha ricevuto nulla a Natale. Sempre una sorpresa gradita ed inaspettata per chi l'ha ricevuta.

domenica 1 gennaio 2017

Buon Anno 2017

Siamo qui in questo nuovo anno 2017 per farci gli auguri. 
Un foglio bianco tutto da scrivere, disegnare, colorare, sognare.
Che porti a tutti serenità, pace, salute e ciò di cui ognuno di voi desidera di più nel cuore.
Con queste campane vi auguro ogni benedizione.