giovedì 15 febbraio 2018

Torta yogurt - mele - amaretti

Questa torta ottima per una super colazione, fatta ancora nel periodo di Natale ma, sempre attuale.
Se ne vedono tante in giro, io come sempre la riadatto alla mia maniera. Se vi va seguite la ricetta:


Ingredienti:
- 3 uova
- 100 gr. di zucchero 
- 1 yogurt (gusto a piacere)
- 1/2 bicchiere di olio
- 1 bicchierino di liquore amaretto (facolativo)
- 300 gr. di farina 
- 1 bustina di lievito per dolci
- 3 mele
- 100 gr. di amaretti pestati.

Sbucciare e tagliare a fette le mele; pestare dentro ad un canovaccio gli amaretti e tenere tutto da parte.

In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere lo yogurt, la farina setacciata con il lievito, l'olio ed il liquore.
Prendere una parte dell'impasto e versarlo livellandolo sul fondo di una teglia, mettiamo una parte delle fette di mele a raggiera e sopra una parte di amaretti pestati.
Aggiungiamo alla fine il rimanente impasto, le altre fette di mela e la granella di amaretti.
Inforniamo a 180° per 50 minuti.



giovedì 8 febbraio 2018

Un cuore per ... un quaderno!

Febbraio periodo di colori, carnevale, San Valentino.
Un semplice quaderno comprato in sconto con una copertina nera (a me il nero proprio non piace) ma, acquistato solo per le pagine colorate al suo interno.

Ho iniziato ad usarlo quest'anno come libriccino per scrivere qualcosa per cui ringraziare ogni giorno, il proposito era buono poi quotidianamente non riesco proprio, perchè molte volte mi dimentico di scrivere ma, una volta a settimana si!


Ho deciso di ricoprirlo. Da un paio di vecchi jeans, ho tagliato un pezzo rettangolare, piegato il rettangolo sopra il quaderno e disegnato sul davanti un cuore, ritagliata e tolta la sagoma direttamente dalla stoffa dei jeans.

 
Dalla parte interna ho appoggiato un quadrato di stoffa di cotone arancio, fermato con gli spilli e cucito davanti molto allegramente e con vari ghirigori il cuore perchè così deve essere: sbarazzino.
Confezionato il copri-quaderno semplicemente, senza alcuna fodera al suo interno.
Un buon regalo per chi amiamo, per una cara amica, o per noi stessi.

Con questo post partecipo al Pick-pin di febbraio ideato da Betta e mi sono ispirata a questo pin di Pinterest: qui è un porta aghi, io l'ho trasformato in copri-quaderno.

giovedì 1 febbraio 2018

Cestino per pannolini da bimbi

I cestini sono i miei preferiti e da quando ho imparato a cucire quello con la base a forma di croce, lo confeziono sempre volentieri.
Alla nascita di un bimbo, si pensa quale migliore regalo donare, però qualcosa alla madre deve pure rimanere.
Ho così pensato ad un bel cestino, dove nella stoffa esterna sono raffigurati dei simpatici orsacchiotti, di questo dono la mamma lo potrà sempre usare per tante altre circostanze e/o luoghi in casa.

Per il piccolo Christian ho cucito, con le stoffe nuove, un cestino utilizzabile come porta pannolini.
Ho solo sbagliato nell'acquisto di questi ultimi, troppo piccoli, e la mamma mi ha detto che li ha usati di giorno. 

Quindi ora, quando ho la possibilità chiedo quanto pesa il bimbo per sapermi regolare sull'acquisto e anche, se il dono non arriva subito e nel frattempo cresce di peso, può usare i pannolini più grandi.

sabato 13 gennaio 2018

I blog sono vivi e si vede

Da più parti si sente dire che i blog ormai sono quasi senza vita, perchè i social vanno alla grande.
Per mia esperienza personale e per anni di studio di marketing che serve anche se si fanno cose di cucito, cucina, racconti di viaggi non è la pura verità.

Sembra che i social attirino tante persone ed è vero, ma fino ad un certo punto: oggi c'è ma, domani può capitare che il padrone di turno del social lo chiuda o cambi le regole, come è già successo lo scorso anno con Facebook, e molte persone che avevano puntato magari la loro visibilità tutto la, rimangono a mani vuote.
Invece il blog è casa tua, dove puoi fare ciò che vuoi. Certo la maggior parte di noi, si trova ospite di blogger ma, se decidiamo, un domani, di acquistare il dominio del nostro blog, bastano veramente pochi euro all'anno per averlo tutto nostro.

Ho deciso, con l'anno nuovo, di rinnovare la testata del blog.
Non essendo capace di disegnare e nemmeno di usare le varie piattaforme di grafica, ho chiesto di farmi aiutare da chi è competente in questa materia: Elisabetta
Conosciuta da non molto, ma subito piaciuta per il suo sorriso e per ciò che scrive e pubblica nel suo blog.

Le ho detto che mi piace l'azzurro e volevo qualcosa che richiamasse una farfalla e fosse in sintonia con ciò che esprimo in questo spazio virtuale e quindi non solo cucito ma, anche le altre creatività. 
Grazie ancora Elisabetta per il tuo preziosissimo lavoro e per essere riuscita a tirare fuori ciò che desideravo.

Ho aggiunto anche le icone social!
Che ne dite, vi piace la testata? 

mercoledì 10 gennaio 2018

Mini cuscini caldi al riso

Quando inizia a far freddo sia che sia autunno inoltrato o inverno, ci sono molte persone che amano scaldarsi con cuscini naturali o scaldotto come lo si vuole chiamare.
Ho due amiche che ne fanno uso, allora ho pensato, quale utile piccolo pensiero per Natale. Ne ho cuciti proprio solo due per provare.
Questi sono ripieni di riso (e quel poco che avevo messo da parte, perchè non era possibile mangiare) ho deciso di inserirlo in questi mini cuscini.
Solo riso forse non è molto adatto perchè tende a cuocersi troppo, per questo motivo al suo interno ho inserito un pezzo di calzetto di cotone lavato e riciclato e cucito da entrambi i lati, perché così non fuori escano i semi e funziona!

Chi lo sta usando mi ha detto che il calore dura una mezz'oretta.
Prossimamente proverò con i noccioli di ciliegia.

(Con questo post partecipo, anche, al PickPin di gennaio di Betta e l'ispirazione l'ho presa qui).

martedì 2 gennaio 2018

Buon anno 2018 con la Torta ubriaca

Auguri: che sia un anno pieno di nuove iniziative e idee per noi creativi, che ci stimoli a scoprire e sperimentare sempre cose belle.
Per festeggiare iniziamo con il dolce cucinato la sera di Capodanno, sempre nel forno a legna, per portarlo in una famiglia che ci ospitava per la cena.
La torta ubriaca, ricetta della prova del cuoco di qualche anno fa.
Ingredienti come sempre riadattati da me:
- 150 gr di zucchero
- 100 gr di burro
- 70 gr di cioccolato fondente
- 1 bicchiere di vino rosso
- 1 bustina di lievito per dolci
- 150 gr. di farina
- 3 uova


Preparazione: nel mixer o robot da cucina (che io non ho più perché si è rotto, quindi ho dovuto mescolare a mano) dovete mettere il burro, lo zucchero, il cioccolato ed il bicchiere di vino rosso. 
Amalgamati un poco questi ingredienti, metterli in una pentola sul fuoco per pochi minuti, senza far bollire la crema, il tempo che si sciolga del tutto il burro, mescolando con il cucchiaio di legno (lo sapete che dovete tenere posate di legno solo per dolci) differenti da quelle che si usano per tutte le altre preparazioni!

Togliere dal fuoco, versare su un bicchiere di plastica  una parte del composto, sono circa 170 gr., (che servirà per quando la torta ha terminato la cottura).

In una terrina a parte mettiamo le uova intere, poi il lievito setacciato con la farina ed aggiungiamo il rimanente composto mescolando a mano o con il mixer.
Mettere il tutto su una tortiera ed infornare per 170° per 35 minuti. 
Ricordo che poi la cottura varia da forno a forno e quindi sempre valido, al termine della cottura, l'inserimento dello stecchino per verificare che sia  perfettamente asciutto e così il dolce pronto.
Appena il dolce esce dal forno, bisogna girarlo su un piatto e versare sopra, il bicchiere con la crema, tenuto da parte, lasciando là per un'ora ad ubriacarsi.

Buon Anno ricco dei doni e della grazia del Signore Gesù Cristo.